It.com.org Blog

7 novembre 2010

Augmented Reality : la Guida “Provvisoria” ( niente è definitivo )

Filed under: Novità — itcomorg @ 18:16
Tags: , , ,

Ne ho voluto sapere di più . L’ho cercata . L’ho letta su qualche post su blogs italiani e soprattutto su blogs stranieri .  Ho visto qualche video a riguardo . Ho sbirciato bene dentro all’ Hashtag di Twitter Infine , ho deciso di dire la mia sull’ Augmented Reality .

Sintetizzo la definizione di “Augmented Reality” : una fusione tra due realtà , la realtà che viviamo tutti i giorni nel mondo “fisico” e la realtà che viene trasmessa attraverso imput , messaggi , creazioni ed informazioni virtuali . La Realtà Virtuale appunto si mischia con la realtà fisica in modo da “alterarla” , “aumentarla” .

Già quando nacque l’affasciante Realtà Virtuale ci sembrava di aver raggiunto mete davvero futuristiche …

Ma , per quanto riguarda la Realtà Aumentata , non si tratta di una simulazione del mondo reale mediante il mondo virtuale ( hai presente la Nintendo Wii ? ) .

Succede esattamente il contrario : è il mondo virtuale ad entrare e a “mischiarsi” con la nostra percezione del mondo reale , modificandola e amplificandola .

All’interno e alla fine di questo articolo , puoi trovare qualche link utile correlato da esempi di video per capire meglio l’ Augmented Reality . Questa ( come dice il titolo ) non vuole essere la Guida Definitiva di nulla , perchè di definitivo sul Web c’è molto poco : preferisco considerare il post una “Guida Provvisoria” che spiega alcune cose e personalizza altre .

Ora però vorrei soffermarni a riflettere au questo :

Come cambia il nostro stile di vita con l’ Augmented Reality ?

In quale modo questa “mescolanza di due mondi” può esserci utile per migliorare le cose ?

=====

1- ESEMPI PRATICI DI AUGMENTED REALITY

Ci sono tantissimi video in Rete che parlano di questa Realtà Aumentata . Qui di seguito ho selezionato per te  quei video di Youtube che la fanno comprendere con esempi molto pratici .

Il primo video già ti impressionerà molto :

Invece , questo secondo video che ti voglio far vedere è di qualità superiore : la OnScreen ha realizzato un’ottima sequenza di esempi presi da molti ambiti diversi di “augmented” :

Toc , toc ! E’ permesso ?

Anch’io , senza rendermene conto , ho usato piccoli effetti di Augmented Reality nei miei Video personali , come ad esempio questo qui sotto  , nel quale compaiono dei fumetti colorati grazie allo strumento “Annotazioni” di Youtube :

=====

2- VANTAGGI DELLA REALTA’ AUMENTATA

Proprio per il curioso fatto che noi già stiamo usando la Realtà Aumentata senza neanche accorgersene , mi sembra chiaro che ne stiamo traendo un giovamento , oltre che un insegnamento di nuove tecnologie .

Ma allora quali sono gli effettivi vantaggi della Realtà Aumentata ?

Premesso che noi possiamo vedere scene di Realtà Aumentata maggiormente tramite degli esempi video , i vantaggi sono elencati qui di seguito :

– Dare maggiore impatto visivo

– Completare la realtà “reale” con informazioni aggiuntive

– Rendere più “mnemonico” il messaggio che si vuole trasmettere

– Stupire lo spettatore e nello stesso tempo comunicare in modo completo con lui .

Ecco spiegato il motivo per cui nell’ Advertising e nel Marketing in generale l’ Augmented Reality è stata ( e lo è tutt’ora ) una strategia validissima per presentarsi al cliente in modo originale ed “attrattivo” .

Molti di quegli spot televisivi che vedi ancora oggi sono creati con questi coinvolgenti effetti visivi che mischiano la “vita-al-di-fuori” con la “vita artificiale” dei nuovi strumenti elettronici .

La possibilità che tutti noi abbiamo oggi di “alterare” , amplificare un’immagine presa dal mondo reale con molti effetti elaborati al computer ci consente di dare alla luce una nuova forma di realtà “in sospeso” tra l’ Immaginazione e la Compensazione .

– IMMAGINAZIONE

Ogni nostro modo di “immaginare” è soggettivo , ma l’effetto dato per alterare le immagini stimola in ogni caso l’ Immaginazione istantanea nel nostro cervello : l’ Immagine d’impatto “fuori dalla logica del Reale” scatena in noi impressioni durature nel tempo .

– COMPENSAZIONE

Se tu ripensi ai Video che ti ho fatto vedere prima , che tipo di impressioni ti sono rimaste nella testa ?

Suppongo che tu abbia avuto molti stimoli visivi che per i tuoi occhi sono stati proprio come “flash” .  Questi flash scaturiti da componenti aggiuntivi artificiali nei Video hanno in un certo senso “compensato” le lacune della Realtà Reale .

Te lo spiego con un esempio :

un comune Video preso in un contesto di vita ordinaria ( con te che parli in primo piano e una pineta sullo sfondo ) anche se è ad alta risoluzione , ha un buon audio e trasmette contenuti interessanti può avere ugualmente delle defezioni per quanto riguarda :

– possibili cali di attenzione

– immagini nel video troppo “statiche”

– nessun movimento “anomalo” che rende unico il Video

L’ Augmented Reality applicata ad un Video del genere ( per es. : tu che parli in primo piano e ad un certo punto ti “rimpicciolisci” e scompari dalla visuale ) può sicuramente completare , compensare un tema di qualunque categoria .

=====

3 – ADVERTISING ALTERNATIVO CON LA REALTA’ AUMENTATA

Lo sapevi che quasto tipo di Advertising fatto per mezzo della Augmented Reality si chiama in realtà AR-VERTISING ?

Il significato letterale in inglese è : Augmented / Reality / ..Vertising  = Fare Pubblicità con la Realtà Aumentata .

In quest’ultimo paragrafo ti illustro come un AR – Vertising  si può concretizzare in una presentazione “alternativa” del Web Marketing :

escluse le case automobilistiche ( BMW , Ferrari , Fiat ) o le più grandi marche di prodotti famosissimi ( tipo il Mulino Bianco ) , le quali hanno tutte già applicato un AR – Vertising nei loro vari spot pubblicitari , ogni Marketer può pianificare una particolare Augmented Strategy “superando” il vecchio concetto di pubblicità .

E come fa una pubblicità ad essere veramente innovativa ?

Secondo me oggi la vera pubblicità è quella che NON si autopubblicizza : vi sono tantissime forme di Advertising che non ti dicono mai esplicitamente “Compra le mie scarpe” ma al contrario ti mostra qualcosa che possa attirare la tua attenzione solo perchè è bella e piacevole da seguire , come in questo Video della Diesel .

Molti stanno trainando questo stesso “carro” , cioè il dare Valore Utile e Gratuito per tutti al posto di una scarpa con la targhetta del prezzo esposta in vetrina .

Le nuove forme di Pubblicità Intelligente che regala informazioni utili o “colpi di scena” che escono totalmente dal contesto della marca o del prodotto possono essere riprese in considerazione da un punto di vista AR .

Qual’è la cosa che conta di più ? Il gusto del Designer nel personalizzare un Video o la scelta accurata del contesto da offrire al target prestabilito da un’azienda ?

Al target di clienti a cui arriva il messaggio non interessa tanto la cura capillare della progettazione “augmented” , quanto piuttosto la qualità di contenuti originali mescolata con adeguate tecniche di “stupire-per-compensare” .

Un AR – Vertising Alternativo significa in poche parole : “stimolare il cliente all’interazione diretta mediante tecniche augmented senza fare nessun riferimento all’invito esplicito dell’acquisto” .

Sarebbe molto interessante sviluppare questo tipo di AR-Vertising all’interno di un innovativo Social Network chiamato “TagWhat” : per poter usare TagWhat devi essere in possesso di un iphone o di uno smartphone , visto che è un Social dedicato al settore mobile .

Enrico Giubertoni descrive questo Social Augmented Reality Network nel suo Articolo :

TAGWHAT , IL SOCIAL NETWORK BASATO INTERAMENTE SULLA REALTA’ AUMENTATA

Ancora una volta , quindi , ci dobbiamo confrontare , volenti o nolenti , sul Mobile Marketing dedicato esclusivamente ai dispositivi mobili , i quali seguono fedelmente la vita e le scelte dei clienti di oggi .

=====

 

ALTRE UTILI FONTI INTERNET :

AUGMENTED REALITY : LA REALTA’ AUMENTATA

LA REALTA’ AUMENTATA NELLE APPLICAZIONI DI MARKETING

REALTA’ AUMENTATA : ORA LA POSSIAMO ANCHE TOCCARE

… E tu quali idee hai per un AR-Vertising efficace ?

 

 

28 settembre 2010

Geolocalizzazione : che cos’è e a cosa serve nel Marketing

Filed under: Novità — itcomorg @ 07:19
Tags: ,


Da un po’ di tempo si sta parlando molto di Geolocalizzazione

Un fenomeno nuovo che cambierà moltissimo il nostro modo di interagire sul Web , ma non solo sul Web : anche nella nostra vita offline .

Ma concretamente che cos’è questa Geolocalizzazione ? E a che serve ?

La Geolocalizzazione , spiegata in parole semplici , è quella possibilità di far sapere dove ti trovi fisicamente nel globo .

Pensa che grazie alla geolocalizzazione io posso sapere esattamente se ti sposti da un posto all’altro , dove ti stai spostando e quando ti sposti .

Per chi conosce già i sistemi GPS presenti ad esempio nei Navigatori Satellitari può farsi un’idea più precisa di questo fenomeno .

Ma allora con la Geolocalizzazione come cambia la nostra vita su Internet ?

Beh , se pensi già ai motori di ricerca e a come modificheranno le loro impostazioni , già la cosa ti può apparire più chiara :

fino ad oggi se tu cercavi qualcosa su Internet ti appariva lo stesso risultato della ricerca sia a te che , per esempio , vivi a Milano sia a quello che vive a Roma .

Per mezzo della geolocalizzazione , invece , digitando una parola sul tuo browser , ti compariranno tutti i risultati inerenti alla precisa zona in cui ti trovi TU .

In tal modo , se io cerco su Internet “cravatte” , mi usciranno tutti i negozi di cravatte ma solo della mia città o del mio quartiere !

Quindi , anche i nostri siti web saranno geolocalizzati . Io ho un sito web che gestisco a Roma e tu ne hai un’altro che gestisci a Firenze .

Si possono già “geolocalizzare” i nostri database e i nostri indirizzi IP , come puoi constatare di persona a questo link :

LOCALIZZA UN INDIRIZZO IP CON LA GEOLOCALIZZAZIONE

Un aspetto molto interessante della faccenda è quello legato agli smartphone : con il tuo iphone , che è un dispositivo mobile , potrai rendere visibile ai tuoi amici il luogo in cui ti trovi in tempo reale .

Se , per esempio , esci una sera in un locale della tua città , potrai far conoscere l’ubicazione esatta di quel locale a tutti coloro che desiderano raggiungerti usando la funzione appropriata .

Sull’ iphone è già disponibile la versione 3.2 di Facebook Mobile che ha inclusa l’applicazione Facebook Places , creata appositamente per segnalare a chi vuoi la tua posizione geografica reale e non solo :  anche tu puoi vedere chi fra i tuoi contatti sta nel tuo stesso posto .

Non è da meno di Facebook ( anzi , per molti versi ha fatto molto meglio ) il Social Network Twitter : se già hai un account su Twitter , infatti , puoi pubblicare i tuoi ” tweets ” associandoli al luogo dove ti trovi .

Questa opportunità ti permette di favorire la condivisione di eventi , riunioni di lavoro o seminari offline facendo partecipi i tuoi followers ” in diretta ” , dando maggiore validità alle tue conversazioni tra utenti .

Anche Foursquare , un altro noto Social Network , è basato sul servizio di geolocalizzazione utilizzando un sistema di check-in, come è ben spiegato in questo articolo :

FOURSQUARE : COS’E’ , COME FUNZIONA , IL PERCHE’ DI UN SUCCESSO .

Ok , ma per quanto riguarda il marketing , quali sono le novità ?

Beh , ci sono grosse novità a vantaggio degli stessi marketers online :

se consideri che un vero Brand è quello che sa offrire ai suoi clienti quello di cui hanno bisogno ,  grazie alla geolocalizzazione il Brand può offrire anche il DOVE andarlo a trovare !

Il cliente che possiede un iphone ha a diposizione Internet Mobile con il vantaggio di poter fare  ricerche LOCALI , ossia ricerche effettuate nella precisa zona d’interesse .

Questo video , anche se in lingua inglese , ti aiuta nel capire meglio il discorso :

In questo modo , le aziende o i negozi si “avvicinano” al loro cliente non solo per tipologia di prodotti ma anche per collocazione geografica .

E indubbiamente questo vantaggio offre ai marketers la possibilità di essere ancora di più a servizio del cliente .

Negli Stati Uniti , ancor prima dell’estate 2010 , la strategia di M-Commerce ( Mobile Commerce ) ha fatturato ben 2,4 milioni di euro !

Vista l’altissima percentuale di Italiani che naviga su Internet tramite cellulare , questo successo arriverà con dati significativi anche nel nostro Paese .

Si potrebbe addirittura sfruttare il numero di check-in fatti dai clienti per premiare il migliore con omaggi e sconti ( strategia già testata in America con il nome di Mobile Marketing ) .

Il Mobile Marketing fino ad oggi ha riguardato solo l’advertising mediante SMS , cioè l’organizzazione di campagne pubblicitarie realizzate con l’invio di messaggi sul cellulare dei clienti .

Ma ora ,  con la vendita massiccia degli smartphone , i clienti avranno molto di più che un semplice SMS con solo testo : disporranno infatti di vere e proprie visualizzazioni complete di immagini , indirizzi , mappe dettagliate , scelta ” interattiva” di sconti e promozioni da parte delle aziende .

Ok , ma per quanto riguarda l’indicizzazione nei motori di ricerca  , invece   ci sono vantaggi ?

In molti si preoccupano che forse le parole chiave geolocalizzate riducono di molto la possibilità di essere trovati anche da chi risiede in altre città .

Se , per esempio , hai bisogno di essere trovato non solo a Milano , ma anche a Torino , potresti incorrere in un notevole ristringimento di visualizzazioni .

Ma il problema forse si può risolvere se i motori di ricerca ti lasciano la facoltà di decidere quale tipo di campagna iniziare : quella consueta o quella geolocalizzata .

Ci sono anche grosse paure in termini di privacy , come sempre .

E’ vero , in questo caso una persona qualsiasi non solo sa come ti chiami o dove abiti , ma addirittura dove stai andando !

Ma è anche vero che , per esempio, in Facebook Places è già presente un’opzione da personalizzare per la privacy  , come viene spiegato in questo blog :

FACEBOOK PLACES : CONFIGURARE LA PROPRIA PRIVACY

Concludo l’articolo mostrandoti un’ immagine molto simpatica che vuole rappresentare la geolocalizzazione in modo “reale” :

CLICCA QUI .

Un bel riassuntino di tutto questo discorso lo puoi vedere nel mio Video :

 

 

E tu cosa ne pensi della geolocalizzazione ?

Pensi che questo fenomeno  migliorerà davvero il tuo business ?

Hai già avuto esperienza di geolocalizzazione applicata al marketing ?

Cosa ne pensi del timore “privacy personale” ?

ALTRE FONTI DI RILIEVO :

MOBILE MARKETING : PERCHE’ UTILIZZARLO E PERCHE’ SARA’ IL FUTURO

M-COMMERCE : PROMOZIONI E GEOLOCALIZZAZIONE SONO LE STRADE DA PERCORRERE

Photo Credits : http://geolist.posterous.com/

Blog su WordPress.com.